Idrovia Locarno – Milano: assicurazioni italiane per il completamento

Ha suscitato molto interesse da parte della popolazione locale e dei turisti la mostra In viaggio sui Navigli da Locarno a Milano allestita nella corte della Sopracenerina e promossa dall'*Associazione Locarno-Milano-Venezia* e dalla Città di Locarno. La mostra è pure stata visitata il 13 settembre 2010 dai partecipanti al Convegno svoltosi ad Arona lo stesso giorno e che aveva per tema l'idrovia da Locarno a Milano. A questo convegno ha partecipato una nutrita delegazione ticinese composta tra l'altro dal Presidente del Gran Consiglio ticinese prof. Dario Ghisletta, dalla Vicesindaco della Città di Locarno prof. Tiziana Zaninelli e dal presidente dell'Associazione Locarno-Milano-Venezia "Aldo Torriani*. Da notare, tra le altre, le interessanti relazioni delle illustri personalità italiane presenti, tra cui il Viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Roberto Castelli, il Presidente della Regione Piemonte Roberto Cota e l'Assessore alle infrastrutture e mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo, che hanno rassicurato in merito al completamento del percorso fino a Milano entro il 2015. In particolare il Presidente Roberto Cota ha definito prioritario il reperimento dei fondi ancora mancanti (3.9 mio €) per il finanziamento dei lavori per la realizzazione di una conca presso la diga di Porto Torre (unica struttura che lungo il percorso non è provvista di una conca). Dal canto suo Roberto Castelli, Viceministro ai trasporti, ha assicurato il suo sostegno e quello del governo al reperimento dei 100mio di Euro necessari per arrivare fino a Milano. Da parte della Regione Lombardia, infine, è stato ribadito l'interesse del ripristino dell'idrovia per EXPO 2015 per la quale l'acqua è uno dei temi portanti. La Regione Lombardia, ha ricordato l'Assessore Cattaneo, ha appena stanziato un credito di 21,6 mio € per ristrutturare la diga del Panperduto e per il ripristino di alcune conche di navigazione, i cui lavori inizieranno nelle prossime settimane.
Nei prossimi mesi è prevista una riunione del Consiglio direttivo dell'Associazione (Stato del Canton Ticino, Città di Locarno, Ente Regionale per lo Sviluppo del Locarnese e Vallemaggia, Ente turistico Lago Maggiore, Città di Milano, Provincia Verbano-Cusio-Ossola ) per fare il punto e per discutere dei tempi di realizzazione del progetto Interreg concluso dall'Associazione con la Regione Lombardia che prevede la realizzazione di un Museo delle acque Italo-Svizzere nella suggestiva area del Panperduto, uno dei luoghi più significativi della via d'acqua per Milano, e la verifica degli approdi e delle possibilità di collaborazione con i principali attori della navigazione del Lago Maggiore per il trasporto dei passeggeri.